A.S.D. Tennis Roma - Homepage | Tennis | Bridge | Tornei di tennis | Tornei di Bridge | Soci | Beach Tennis | Beach Volley | Calcio a 5 | Calcetto
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . .A.S.D. Tennis Roma San Giovanni Circolo

S. Cordone e C. Di Trapani (Tennis Roma)

Arriva il freddo e, puntuale, l'appuntamento con i Campionati Regionali Indoor di beach tennis. La lunga assenza dai campi di sabbia, i guai fisici e il livello "open" della competizione non fanno ben sperare la solita coppia Cordone-Di Trapani.

14 le coppie in campo in una location confortevole: struttura organizzativa impeccabile e campi ornati da palme e slogan pubblicitari. La formula del torneo la conosciamo bene:  gironi all'italiana e successivo tabellone ad eliminazione diretta. Nelle prime due partite del girone, equilibrate sulla carta, concediamo solo qualche punto alle avversarie: chiudiamo con 6-0 e 6-1 in meno di mezz'ora. Già qualificate per il tabellone affrontiamo, nell'ultima partita del girone, la coppia Folgori-Stridacchio, bestia nera degli ultimi tornei autunnali. Poca grinta da parte nostra, poca incisività nei momenti che contano e maggiore motivazione delle avversarie. Un meritato 4-6 chiude il girone che ci riconosce, comunque, prime in classifica e testa di serie numero uno nel tabellone finale.

Una lunga attesa ci divide dai quarti di finale. Dall'altra parte della rete ci sono Schirato-Paoloni, coppia conosciuta e collaudata, che ci ha concesso pochi games solo qualche settimana prima. Entriamo in campo convinte, questa volta. Pochi errori e strategie efficaci, ma il set è lungo, si vince a 9 games. Andiamo avanti 6-1, senza storia. Poi loro crescono e noi diventiamo passive, poco mobili e senza idee. Risalgono la china e siamo 7 pari. Un moto di orgoglio ci riporta sopra di un game e chiudiamo 9-7 una maratona al cardiopalma.

In semifinale ci aspettano, di nuovo, Folgori-Stridacchio. Tutto facile per loro fino a quel turno. Inizia la solita lotta. Attuiamo, ancora, la stessa strategia. Una delle due avversarie deve fare avanti e indietro: palla corta e pallonetto, su e giù, fino allo stremo. Reggono bene, come sempre, fino al 5-4. Loro comandano, noi riprendiamo tutto e non cambiamo strada, facciamo macinare metri rete-riga di fondo all'esausta Folgori. Questa volta il set lungo ci dà una mano. Noi fatichiamo poco, sbagliamo quasi nulla e aspettiamo l'errore che, a quel punto, arriva sistematico dopo qualche scambio. Sempre più decise e compatte noi, disunite e disorganizzate loro. Dal 4-5 non concediamo più nulla: 9-5 e siamo in finale.

Ora le avversarie sono più forti, sulla carta e sul campo. Tribuna gremita, arbitro in campo e ricomincia il set lungo che, questa volta, sembra infinito. Restiamo vicine per qualche games, fino al 2-3. Risultato ingrato e senza storia: 2-9. Killer point giocati: 8, persi il 100%. Stanchezza, forse. O forse, stavolta, il divario era davvero troppo marcato.

Resta, per noi, una giornata soddisfacente e un titolo su cui nessuno avrebbe scommesso: Vicecampionesse Regionali del Lazio nella Categoria Open.

 

A questo link alcune foto del torneo.